(M5s) Quando devi infamare solo perchè ti si nomini

Si dice oramai da anni che i grillini abbiano inventato un nuovo modo di fare politica e mi sento di essere completamente d’accordo con questa affermazione. Avete presente le soubrette di grido come Belen o oramai dimenticate come la Brigliadori che per far parlare di se le provano tutte?

Mentre per la Belen è solo una questione di rimanere sulla cresta dell’onda, mostrando in ogni occasione il proprio rinomato sedere o far partire il chiacchiericcio su così tante nuove relazioni che probabilmente ci siete stati a letto pure voi ma ancora non lo sapete, la Brigliadori invece, di cui oramai molto non sapessero nemmeno che fosse ancora viva, sta di recente passando dal veganesimo, al fruttarianesimo, al complottismo più bieco diviso tra scie chimiche, controllo mentale, raggi gay e di recente sta provando anche a cavalcare il razzismo pur di far parlare di se.

Ecco, la nuova politica grillina si basa proprio sul cercare di far parlare di se attraverso il tam tam che post e slogan scandalistici, quasi sempre privi di fondamento, ricevono attraverso i social.

Che fare quando c’è un deputato che è stato preso nel calderone del “sicuro che tu non sappia fare niente così siamo sicuri che non ti si possa dire che tu sia in grado di pensare con la tua testa e magari non condividere una scelta del direttorio?”, non riceve più attenzioni e non si parla di lui?

Semplice… adottare la stessa identica tattica di tutti, e ripeto, tutti gli altri deputati. E cioè non proporre qualcosa di innovativo che riguardi la programmazione e l’affrontare seriamente un problema, no no… ma che scherziamo? Facciamo scandalo, facciamo vedere che io sono onesto e tutti gli altri criminali (Trump su questo è un grillno doc) e quindi attacchiamo qualcuno.

orco

Chi è Michele Dell’Orco e chi è questo Errani? Sarebbe poco importante vista la quantità di fango che i grillini sono soliti tirare a chiunque non sia con loro (una volta si usava l’olio di ricino), ma è importante ricordare a chi stiamo devolvendo le nostre tasse.

Come nel film “Una Poltrona per due” si è deciso di dare spazio ad un apparente signor nessuno, così da avere un’immediato ritorno mediatico in cui si illude la gente che con i grillini tutti possiamo farcela (la stessa cosa la dice la Sisal da secoli) e quindi chi meglio di un disoccupato storico, si avete capito, uno che non è stato capace di trovare o inventarsi un lavoro, a cui ora stiamo dando ben 11.000 euro al mese?

E quindi cosa può fare per il paese uno che in questo paese non riusciva nemmeno a sopravvivere? Il Nulla più assoluto. Insulta ed infama le persone senza nemmeno sapere di che si stia parlando.

Nel messaggio incriminato se la prende con tale Vasco Errani che è stato nominato dal governo per occuparsi del comitato di ricotruzione post terremoto, affermando il suo coinvoglimento per mafia. Ovviamente tutto falso.

Errani non è mai stato nei indagato ne mai nominato in quell’inchiesta, mentre ha avuto un procedimento giudiziario (con assoluzione) per quanto riguardava la gestione di una cooperativa “Terremerse”.

Quindi per riassumere, una persona che nella vita non è riuscito a combinare nulla adesso prende 11.000 euro per non combinare nulla (Il suo profilo su Wikipedia) e che fino ad ora in parlamento ha solo firmato cose che gli sono state chieste di firmare (lo dice lui stesso, di proposte dirette non ne ha mai fatte) si permette di insultare (sbagliando) quello che dovrebbe essere un suo collega, senza nemmeno informarsi, dandogli del mafioso.

Chi meglio di lui, in fondo, rappresenta il movimento?

Articoli Correlati

Un pensiero riguardo “(M5s) Quando devi infamare solo perchè ti si nomini