(M5s) Fitch declassa Roma a BBB. Bello Bello Bellissimo deppiù!

L’agenzia internazionale di rating Fitch ha appena declassato a BBB la qualità del debito del comune di Roma. Per chi non fosse un’esperto economista spieghiamo che è una certificazione del grado di rischio degli investimenti e che, ad esempio, indica in quali paesi è bene investire e dove invece c’è il reale rischio che i soldi che avete investito non li rivedrete mai più.

Nell’immagine seguente potrete vedere come le agenzie di rating classificano con dei valori lo stato finanziario e che, tanto per dirne una, vi ricordiamo che l’Argentina è andata in Default con un BBB-

fitch

Quindi questo cosa vuol dire per Roma?

Tante cose non buone perchè, come vi abbiamo detto, investire a Roma è un grandisismo rischio e fare investimenti di miliardi di euro da parte di un privato inizia a non essere più conveniente perchè se il “credito” va in crisi lui perde tutto.

Immaginate di fare un mutuo per comprarvi una casa in Botswana e che arrivati a pagare il 50% di mutuo lo stato e la sua banca dichiari default creando un’inflazione mostruosa per cui gli interessi maturati non sono più stabili e dove vige la speculazione più selvaggia. Di fatto voi quell’appartamento l’avete perso insieme a tutti i soldi versati.

Brucia Roma Brucia Raggi

Come ci si è arrivati?

L’agenzia incrocia il bilancio di previsione appena approvato dalla giunta Raggi che prevede un piano di (soli) 160 milioni all’anno per far ripartire la città nonostante i maxi debiti pendenti e l’esaurimento «dei margini per alzare la tassazione locale»

In poche parole non solo non ci sono soldi per far ripartire (o semplicemente riparare) la città, ma non è nemmeno più possibile aumentare le già pesantissime tasse comunali sui cittadini ed è forse per questo che la giunta Raggi sta cercando di recente di grattare il fondo del barile prendendo i soldi per i servizi agli asili, senza poi rimborsarli (leggi qui) oppure quello di prendere soldi per il riscaldamento dei condomini senza nemmeno accendergli la caldaia (leggi qui)

C’è gente che ancora sostiene che dire di No alle Olimpiadi sia stata una buona idea, ma per far ripartire la città avendo uno come Berdini al comune è come chiedere a Salvini di dire una cosa intelligente (senza voler offendere Salvini)

Irene Grandi – Bruci la città

Articoli Correlati