(M5s) La Raggi indagata per la gestione dei canili comunali

Preparatevi perchè è solo la prima delle tante che arriveranno, ma trovo piuttosto rappresentativa della situazione che la Raggi venga indagata per aver dirottato i soldi dei canili verso associazioni fantasma che facevano sparire soldi (e cani in gestione…) subito dopo essersi fregiata come paladina assoluta degli animalisti, cercando di vietare i botti di capodanno che senno avrebbero spaventato gli animali domestici

E chi l’ha denunciata?

Proprio chi, animalista vero, non si è fatto abbindolare dalle tante dichiarazioni di facciata di un movimento che si sta mangiando come un cancro i pochi soldi rimasti nelle amministrazioni controllate.

Questa la dichiarazione del presidente del Partito Animalista Europeo, Stefano Fuccelli.

In seguito alla denuncia querela presentata dal Partito Animalista Europeo contro la sindaca di Roma Virginia Raggi, la Procura di Roma ha aperto il fascicolo RGNR n. 187968/2016 assegnandolo al P.M. Dr. Pioletti per il reato di omissioni d’atti d’ufficio. “E’ evidente la condotta riprovevole della Amministrazione Capitolina che prosegue con un contegno accomodante nei confronti di un’associazione che illegittimamente occupa una struttura pubblica, impedendo di fatto la conclusione di un iter di affidamento legale e regolare  del servizio, nonostante le risultanze istruttorie e la delibera 759 dell’Anac che confermano tale illegalità. Di fatto il neo sindaco sta dando continuità ad una situazione contra legem che ha caratterizzato le precedenti Amministrazioni”.

Fonte (Clicca qui)

Un piccolo riassunto

Il PAE ha fatto notare che a Roma i canili vengono gestiti da sempre dalla stessa associazione, senza che ci sia mai un bando di gara o una trasparenza nella gestione. Lo stesso Pae fece notare che si sanno quanti cani, tanto per fare un esempio, entrano nei canili ma non è molto chiaro quanti ne escano, con una mortalità “naturale” che raggiunge il 60% degli ospiti nell’arco di un anno dal ricovero.

Insomma tanto per far sorgere qualche dubbio, queste associazioni prendono soldi in base a quanti cani hanno in gestione, non per quanti riescono a far riaffidae, di cui infatti non hanno alcun interesse e Roma, guarda caso, è la prima città Europea per minor ri-affidamento di un animale domestico.

Il Sindaco Ignazio Marino, sapete quello stupido e incapace no?, aveva immediatamente disposto un bando di gara pubblico, ma tra le poche cose che ha fatto la Raggi c’è stata quella di annullarlo e riaffidare alla stessa società l’appalto (con i vostri soldi).

Strano che la stessa società sia compartecipata dai bancarellari di Tredicine che, guarda caso, hanno usufruito di un rinnovo senza vincoli per gli ambulanti fino al 2020 dove (sempre voi) si pagheranno penali di quasi un milione di euro annuo alla comunità Europea per non aver rispettato la direttiva Bolkestein.

Insomma ragazzi miei… Dopo aver rovinato la vita a una marea di famiglie togliendo soldi agli asili nidi (i vostri figli), alle associazioni di sostegno per la povertà (vedi anche caritas), ora è dimostrato come abbia mangiato pure sui cani e la credulità di chi ancora cerca di darle una possibilità.

Ah ovviamente con Grillo è tutto a posto… essere indagati non è una colpa, tra poco con un nuovo codice etico potrebbe persino diventare un premio.

Andiamo ad abbaiare

Articoli Correlati