(M5s) Il Marchese del “Grillo” – Io so io e voi non siete un ..zzo (o Mazzillo)

Posso capire che oramai si era disperati e che nessuna persona dotata di cervello, un nome da difendere e di competenze, avrebbe mai potuto accettare di fare parte della giunta Raggi e che per torvare un capro espiatorio (ci avete fatto caso che in quel ruolo non hanno minimamente pensato ad uno del Movimento 5 Stelle?) ci vuole anche fortuna.

Posso capire che in questi quasi 4 mesi di governo “romano” abbiamo fatto ridere mezzo mondo per incompetenza, disorganizzazione e populismo

Ma non riesco a capire perchè chi si ritene diverso (e superiore … HEIL GRILLEN! ) per via delle regole, chiare, trasparenti che ci si è date, quando tocca applicarle contro i propri interessi improvvisamente diventano solo indicazioni di massima.

marchese

Niente commenti pesonali, vi porto solo due dati UFFICIALI presi dallo statuto del Movimento 5 Stelle

Per essere eletti o far parte del M5S … “Bisogna essere incensurati (esibendo un certificato penale) e non avere tessere di partito.

Ed infatti Grillo appena si è alzata la polemica sulla nomina di Mazzillo come assessore al bilancio (sulle cui competenze ed esperienze lascerei veramente perdere), in quanto possessore di tessera del Partito Democratico, è corso subito a difendere l’agnello sacrificale di turno dicendo che anche lui una volta aveva una tessera del PD.

SI ok, tutto quello che vuoi, ma le regole le hai messe per fare in modo che da un certo momento in poi vengano rispettate. Vaglielo a dire ad un vigile che mi multa se passo con il rosso che li una volta 30 anni fa il semaforo non c’era e che quindi va tutto bene.

Articoli Correlati

Un pensiero riguardo “(M5s) Il Marchese del “Grillo” – Io so io e voi non siete un ..zzo (o Mazzillo)