(M5s) Il No alle olimpiadi come suicidio sociale

Quante volte guardando persone che conoscete vi chiedete il perchè delle loro scelte? Eppure davanti alla semplicità di una risposta o una soluzione si complicano la vita. Il vero inno dei malavoglia dove un perdente rimmarà sempre tale perchè davanti a due scelte riuscirà sempre, per paura, a scegliere quella sbagliata commettendo un suicidio sociale.

roma

E vista la situazione della capitale proprio di suicidio si parla.

Partiamo dalle giustificazioni secondo cui uno studio di Oxford ha portato a dei dati secondo cui i costi di un olimpiade sono sempre superiori del 50% previsto e che le perdite, o ruberie, sono appunto quantificabili in quella cifra rispetto all’investimento iniziale.

Non mi permetto di contestare il dato ed anzi sosterrei che se la città ospitante fosse stata Milano, da milanese avrei detto no. Perchè Milano ha bisogno di pochi interventi strutturali, è una città moderna che nel suo trambusto quotidiano in fondo funziona bene.

Ma Roma? Roma è sotto gli occhi di tutti, è da ricostruire da zero. L’atac ha bisogno di MILIARDI di euro, l’Ama è un’entità che ti ritira la spazzatura se gli và e come forma di favore, le strade sotto casa vostra come sono messe? Fatte con l’asfalto romanella e rattoppato? Gli impianti di illuminazione stradali, i cassonetti anni 60, svincoli stradali inadeguati ed un sistema di trasporto su ferro totalmente inesistente.

Vi siete mai chiesti quanto costerà e quanto tempo ci vorrà, sempre che mai accadrà, per rimettere a posto tutto questo? Pur sognando ci vorranno 10 anni di lacrime e sangue con tasse altissime partendo dal centro cercando di arrivare in periferie quando dopo qualche anno a metà strada ti troverai davanti al problema di dover ricominciare perchè le cose purtroppo si consumano.

Questo toglierà soldi e denaro a tanti eventi, manifestazioni, incremento del turismo (di cui ne parleremo tra poco), incentivi ed investimenti di qualsiasi genere. Non ci saranno soldi per altro perchè bisogna ricostruire da zero la città e quindi nemmeno la genialata della funivia sulla boccea potrà essere realizzata.

Quanto può essere peggio un Olimpiade di questo? Si ruberanno il 50% del preventivato? Ma i soldi per fare tutto il resto Roma ce l’ha? No… Roma rimarrà così com’è ora, consumandosi piano piano come le piramidi egizie avvolte dalla sabbia ed abbandonate a se stesse.

Suicidio Suicidio Suicidio…

Quando una vettura è troppo vecchia vi costerà di manutenzione sempre di più impedendovi di mettere i soldi da parte per comprare una nuova auto. Questa è una legge di vita dove per capirla non serve una laurea in economia e commercio.

Il No alle Olimpiadi hanno messo la pietra tombale sull’ultima speranza che Roma possa uscire dalla palude in cui la vecchia politica l’ha infilata, ma dove la nuova è cosi’ inefficente che non riesce ad uscire dai suoi stessi slogan per riuscire a fare qualcosa.

…che poi qualcuno mi spieghi cosa intende la Raggi per soldi che vengono tolti alla comunità, quando a pagare sarebbero tutti gli Italiani (che vogliono l’olimpiade) mentre solo i romani ne avrebbero avuto i benefici.

Articoli Correlati