(M5s) Politica tra magia e superstizione

Se il tuo partito lo formi scegliendo persone folkloristiche, è molto probabile che i risultati possano essere piuttosto opinabili e evoluzionisticamente pericolosi. Negli ultimi giorni la giunta Beppottara a Torino ha presentato un documento che mette in guarda e prevede provvedimenti sull’inquinamento magnetico causato dal Wi-Fi

wifi

Fatta la premessa che a un’attenta lettura dice tutto e niente, e che non si capisce su che basi si farà cosa, se si farà ed in particolare perchè,  ci si interroga su quali basi scientifiche o ricerche siano state effettuate per stabilire la pericolosità di un segnale radio, in particolare gridato da chi vive con un Iphone sempre in tasca pronto a twittare o scrivere, sempre in maiuscolo, slogan contro il sistema.
Come già ampiamente dimostrato scientificamente (Vedi Articolo di Panorama) il wifi fa molto meno male di un telecomando per cancelli automatici e molto ma molto meno male di un cellulare. Figuriamoci quelli che vivono sotto i ripetitori di Radio Maria.
Ma allora perchè parlare di Wi-Fi che fa male? Semplice, per far parlare di se e far vedere che si fa qualcosa, con la totale consapevolezza che tanto questo “emendamento” non passerà mai, cosi’ come hanno sempre fatto in parlamento chiedendo a piu’ riprese cose inapplicabili per poi vantarsi di aver chiesto qualcosa che la casta gli ha negato.
Il problema di fondo è che con l’M5s si sta tornando al medioevo, dove conta più un credo popolare su cui si fonda il proprio potere, che sulla scienza stessa. Praticamente lo stesso sistema con cui la Chiesa proibiva libri che potesser contestare la sua egemonia sociale, così oggi si attacca e si distrugge qualsiasi forma di controinformazione etichettandola come pagata dalle caste, perchè si è del PD, perchè le forze oscure ci dicono di farlo.
Nel frattempo non si contano nemmeno piu’ le volte che i Beppottari si sono contraddistinti per credere ai complottismi ed al paranormale.

sib

Se ancora avete dubbi sulle persone alquanto curiosi che il movimento ha portato nel parlamento, non vi deve sorprendere che grazie al loro tam tam si sono diffusi movimenti come quello del Di Battista che vuole incontrare i membri dell’Isis per parlargli (forse lui non sa che l’isis non ha una sede dove all’interno sono stipati tutti i kamikaze) o dove sostiene che lui è a favore del terrorismo (link)
Abbiamo anche chi, in forma assolutamente più criminale, cavalca l’idiozia anti vaccini, salvo poi dare la colpa della ricomparsa di malattie oramai scomparse alle lobby dei farmaci. Oppure, come ora, ci si scaglia contro il wi-fi, senza un solo motivo logico o scientifico dietro, proprio da chi ha fatto della rete il suo cavallo di battaglia. E se tutto questo fosse solo un sistema per controllarla la rete ? Fosche nubi si scagliano all’orizzonte….e sono nere !

Articoli Correlati

2 pensieri riguardo “(M5s) Politica tra magia e superstizione