(M5s) Raggi: “Non è mai colpa mia”

Prendersi la responsabilità o colpa non è cosa dei dirigenti italiani. Sarò io che sono esterofilo, ma quando vedo un dirigente o un politico che all’estero si dimette dal suo incarico per aver scelto male i suoi collaboratori o non aver raggiunto gli obiettivi lo applaudo.

Se avessi un’azienda, anche se ha fallito, lo sceglierei per la sua onesta.

Ma all’estero questo non fa notizia, è assolutamente considerato normale. Si sa che chi lavora può sbagliare, ma che quello che conta poi alla fine è raggiungere l’obiettivo. Puoi essere un omofobo, ma se un sindaco gay ti rimette a posto la tua città e ti fa ripartire l’economia tu lo cacceresti comunque o potresti criticarlo per il suo lavoro? Se la scelta di un dirigente è impopolare ma porta welfare, aumenti di stipendio e assunzioni a grandi margini per l’azienda è da considerarsi incompente?

Chiunque di voi sa benissimo che nello svolgimento del proprio lavoro si sono commessi degli errori, è assolutamente fisiologico, e ne avrete anche risposto ai vostri superiori. L’errore è umano e come si fa nella vita, anche nel lavoro preso atto di aver capito dove si è commesso l’errore si continuerà consapevoli di cosa ha causato il problema pronti a non ripeterlo più

E’ la parte più importante di qualsiasi processo di crescita.

In Italia e nell’M5s invece l’incompetenza è vista come cosa normale, giustificabile e anzi quasi premiabile perchè indice di ingenuità e di non collusione con i poteri forti. Fare una scelta e poi cambiare direzione senza subire critiche è considerato normale, si è sempre pronti a dare la colpa a qualcosa o qualcuno, ma mai e ripeto MAI alle persone che hanno fatto quella scelta. Gli si perdona tutto.

Un esempio è proprio la Raggi, Sindaco di Roma, che non ne sta azzeccando una da quando si è insediata e ogni volta è sempre pronta una buona scusa per scaricare il problema che lei stessa ha creato, senza mai prendersene la responsabilità

Prendere la Muraro che ben si sapeva che stava per essere indagata e non per una stupidaggine non è cosa da poco. Per di più metti come Assessore all’ambiente una che è sta per andare sotto processo proprio per “probabili” collusioni con la mafia romana per la gestione dei rifiuti urbani. La Raggi avrà qualche colpa ?

Prendere De Dominicis, ex magistrato e poi cambiare immediatamente idea perchè appena insediato ha iniziato, da uomo di legge, a guardarsi intorno su quello che stava succedendo. Ma anche li prendersi la colpa non è di casa M5s

Per non parlare di Marra che è in carcere e su cui la Raggi aveva fatto un cieco affidamento, salvo poi, una volta arrestato, negare ogni responsabilità sulle sue scelte per arrivare fino a Romeo che le intestava polizze a sua insaputa ed è indagato per probabile riciclaggio di denaro sporco oltre che per favoreggiamento. Anche qui nessuna colpa.

Infine la scelta di Berdini

L’assessore alle infrastrutture, Paolo Berdini, è oggettivamente una delle figure peggiori che abbia mai calcato un ruolo di responsabilità in tutta la storia del paese. Non perchè M5s, ma anche se fosse stato di qualsiasi partito o anche uno di famiglia direi senza peli sulla lingua la stessa cosa.

Rancoroso, incapace di produrre uno stralcio di documentazione valida a convalidare le sue tesi contro l’imprenditore di turno. Abile solo a dire di NO a qualsiasi cosa e mettersi di traverso in maniera vile, infantile e rancorosa contro chiunque senza mai offrire un piano alternativo (Ma voi avete visto in che condizioni è Tor Di Valle?? Dopo il no allo stadio della Roma quella zona sarebbe rifiorita da sola?).

Irritante e vedicativo al punto di provare a sputtanare la Raggi rilasciando un’intervista in cui spifferava delle sue relazioni con altri uomini, salvo poi chiedere scusa e provare a ricucire i rapporti e una volta defenestrato di nuovo a sputare veleno.

Raggi che tra un video in cui balla, uno in cui ringrazia i suoi Fan per i fiori e fa video di continuo mentre non combina niente per la Città che si permette di dire a Berdini di smetterla di parlare e di mettersi a lavorare fa un pò ridere, però vabbè

I romani pagheranno per anni i danni causati da questa persona ma di chi è la responsabilità? Chi l’ha scelto e ha permesso che distruggesse la fiera di Roma, impedisse la riqualificazione dell’eur, bloccasse il progetto dei mercati generali in cui (basta passarci) tutte le attività commerciali e ludiche hanno chiuso? Chi ha avallato la sua pazzia e chi avrebbe dovuto controllare che stesse lavorando bene e non dire, solo ora, che in sette mesi non ha mai prodotto nessun documento attuativo o di verifica?

Quando un dirigente sbaglia, quando un dirigente non ha raggiunto gli obiettivi con la sua squadra DEVE ANDARSENE. Poi quando questi danni siete voi a pagarli, compresi i lori stipendi, non vi fa venire un pò di rabbia?

 

Articoli Correlati