(M5s) Il voltafaccia di Grillo a Berdini e alle promesse elettorali

Che una cosa sia chiara del mio personale pensiero. Non ho mai visto una persona così incapace, senza visione, rancoroso e distruttivo senza nessuna speranza di trovarci un lato positivo per la comunità come Berdini. Un vecchio personaggio di estrema sinistra così idealista che a confronto un grillino da slogan di Facebook a confronto è un’analista economico di primo livello.

Capace per mesi e mesi di dire No a tutto senza mai, e ripeto mai, proporre un’alternativa, è stato capace di nefandezze economiche che hanno portato a un danno erariale di mancate entrate pari a 75 MILIONI DI EURO!!! Si parla di No alle olimpiadi, chiusura della Fiera di Roma (ridimensionata a mercatino rionale), il No alle Torri dell’Eur già pagate (su cui si pagerà pure una penale) e il no allo Stadio della Roma che in caso di annullamento porterebbe a una causa, già vinta dalla società, di risarcimento pari a 20 milioni di Euro.

E’ proprio sullo Stadio dell’As Roma che Berdini è caduto, anzi l’hanno fatto cadere.

Il dire di essere a favore dello Stadio ma contro tutto il resto della costruzione sarebbe come venirvi a dire che non è contrario che voi vi sposiate, ma vostra moglie deve far sesso con tutti tranne che con voi. Magari qualcuno accetterebbe (si chiamano Cuckold) ma non credo che la stragrande maggioranza possa definirsi contenta.

Se il No alle Olimpiadi, nonostante la Raggi e in parte Grillo, fossero favorevoli (solamente per una questione di conti, quei soldi servivano come il pane), per una questione di immagine e di promesse elettorali si è deciso di fare quella figuraccia di cui tutti siamo a conoscenza.

Ma lo Stadio della Roma è cosa ben diversa.

Si perchè come abbiamo già spiegato nell’articolo Stadio As Roma. E se nemmeno il calcio smuove gli italiani qui non si parla di un qualcosa che non tocca i cittadini. Delle Olimpiadi come sport sinceramente non frega niente a nessuno. Del dressage, del lancio dei coriandoli, della sonnolente maratona o del lancio del peso, ma ai romani malati di calcio cosa volete che importi?

La sua recente uscita in cui ha dichiarato che “Fino alla morte mi opporrò alla realizzazione dello stadio per non far guadagnare gli sporchi privati” aveva ben fatto capire che la conferenza sui servizi sarebbe stata un bagno di sangue e che se non si fosse fermato Berdini in qualche maniera, la non realizzazione dello Stadio non solo avrebbe determinato l’immediata fine dell’M5S a Roma e probabilmente anche in forma piuttosto violenta con manifestazioni aggressive, ma ne avrebbe decretato la fine anche in prospettiva.

“Chi voterebbe mai per un Sindaco che ha nel DNA la possibilità di non farti realizzare lo stadio per la tua squadra del cuore?”

Furbescamente Pallotta & C, presidente dell’AS Roma ha usato un’astuta minaccia per mandare un messaggio molto chiaro alla Raggi, facendo parlare Spalletti e tutti i suoi giocatori in TV e sui Social al grido di #FamoStoStadio

Il fatto che i like ricevuto da Totti siano stati il doppio dei voti presi dalla Raggi in campagna elettorale devono essere stati un messaggio fin troppo chiaro al punto che, il giorno dopo la conferenza dei servizi tra Giunta e Società As Roma, Berdini è stato messo in condizione di andarsene, mettendogli in bocca un suo personale pensiero (per di più assolutamente condivisibile) sul fatto che la Raggi si sia affidata a Bande piuttosto che a tecnici per la gestione della città.

Non a caso Berdini era parecchio inviso anche allo stesso Grillo per essere una persona non del movimento, non direttamente controllabile da lui e che, a differenza dei grillini, non aveva assolutamente nulla da perdere con le sue decisioni. Grillo che non si è ufficialmente espresso sulla questione e visto quanto in realtà decisa tutto lui, è la riprova indiretta della decisione del suo allontanamento.

Per salvare capra e cavoli si è deciso, dopo aver ricevuto le dimissioni, di respingerle con riserva, anche se in fondo Berdini rappresentava perfettamente i contenuti anti-Ka$ta della campagna elettorale grillina.

Che significa ?

E’ un accordo tra le parti per stare zitti. Tu occupi il tuo posto ma solo ufficialmente, non hai più potere decisionale, ma invece che andartene a casa continui a percepire il tuo lauto stipendio e così felici tutti e, probabilmente, niente borbottii e rivelazioni scomode.

Come andrà a finire ?

Per salvare la faccia alla Roma verrà chiesto un ulteriore sforzo che probabilmente si tradurrà in “O riduci di un pochino le torri per far vedere che abbiamo vinto noi con le nostre pressioni, o ci costruisci altro oltre al già pianificato, sempre per far vedere che noi vi abbiamo imposto in nome dell’onestà il nostro volere”

Una cosa è certa. Uscito di scena Berdini, lo Stadio dell’As Roma si farà esattamente come vuole l’As Roma.

 

Articoli Correlati