(Politica) Perchè il populismo fa così presa con l’M5s ?

Vi ricordate le promesse berlusconiane sul milione di posti di lavoro? Sul tagliare le tasse e sulla crescita del Pil che avrebbero portato benefici a tutti? Ridete, ridete, intanto ci ha vinto le elezioni.

Ma come è stato possibile? All’epoca la sua vittoria venne spiegata come un successo dovuto ad una buona campagna politica basata sugli over 55+ che vedevano nel classico italiano medio, furbetto e arraffone, la loro proiezione nella società.

Senza accorgercene, ora abbiamo due movimenti che si combattono i voti, scendendo nel più bieco populismo che, appunto, nemmeno Berlusconi era mai riuscito ad eguagliare.

Salvini e Grillo

Mentre per Salvini si va su una comunicazione semplice, diretta, praticamente per persone con un quoziente intellettivo pari a quello di un bambino, in cui la comunicazione non deve superare le 7 parole e deve contenere sempre gli stessi termini a causa del vocabolario ristretto di chi lo segue, Grillo invece ammalia quella fascia di persone che nessuno aveva mai considerato e che invece contano un gran numero di seguaci

L’imbecille che si sente furbo.

mscemo

Come dicevo prima, chi vota Salvini è cosciente di essere una persona che occupa uno strato sociale molto basso, per cui dare la colpa agli immigrati è tanto facile quanto prendersela con la sfortuna, pur di non prendersela con se stessi.

Invece il Grillino è il classico mediocre che crede di saperne più degli altri ed è scontento della propria vita. Si crede furbo, potenzialmente capace di qualsiasi cosa (anche di inventare cure contro il cancro) e che da la colpa ai complotti, alle forze oscure, ai poteri forti se lui non è mai diventato un dirigente d’azienda, nonostante sia convinto che potrebbe insegnare a tutti, in qualsiasi campo, il proprio mestiere.

E’ quello che postava link sui signoraggio bancario, sulle scie chimiche, sul fatto che la papaya olandese curi il cancro, o la solita bufala della macchina ad aria compressa che funziona e nessuno te lo dice!!!!

Proprio per via che è abituato a non essere considerato da nessuno (sono persone piuttosto pesanti) scrive tutto in maiuscolo, cita frasi non sue per darsi un tono, inneggia a qualche personaggio storico che nemmeno ha mai studiato, odia chiunque detenga una posizione sociale migliore della sua (praticamente tutti).

Sono persone che nella catena alimentare, avrebbero come diretto predatore il plancton, ma hanno la presunzione di contare qualcosa ed è proprio qui che è intervenuto il Movimento 5 Stelle.

Adoro una frase che, a mio parere, racchiude tutta l’essenza della capacità comunicativa dei grillini.

“Non è che prima di Facebook gli imbecilli non esistessero o fossero pochi. Ora grazie ai Social ne conosciamo nome,cognome e numero”

Ma una persona dotata di scarsca capacità di autocritica e totalmente carente nell’analisi, motivo per cui il Dodo si è estinto, può da sola farsi sentire? Come ci si può sentire meno inutili e fuori dal mondo che si ritiene di meritare?

Fammi sentire figo!!

Si fa gruppo, esattamente come fanno tutti i disadattati che per trovare un posto nel mondo si aggregano in bande o associazioni che condividono gli stessi interessi per sentirsi parte di qualcosa.

Non vedere un problema, quello che sta succedendo, negare le evidenze quando scandali e dati ogettivi colpiscono quel mondo immaginario che si sono costruiti, non voler accettare che forse sono stati presi in giro, è tipico di persone a cui probabilmente non affiderei nemmeno di buttare la spesa.

Ecco perchè gli slogan funzionano e ci si chiede sempre come faccia la gente a crederci. Si sa che le promesse di ottenere un miglioramento della vita, lauti stipendi senza lavorare o sforzarsi, catturano sempre l’immaginazione delle persone meno intelligenti.

Io ai seguaci del movimento non posso far altro che dedicare questa canzone….

ELIO E LE STORIE TESE – FOSSI FIGO

Articoli Correlati