L’esasperazione razzista? E’ colpa delle amministrazioni e dello Stato

Chi di voi non ha esclamato almeno una volta il termine “Zingari di merda” ?? Si può essere di destra o di sinistra, ma non esiste nessuno che non lo abbia almeno pensato. Ladri, scippatori, rovistatori di immondizia che sporcano e deturpano la città. Un popolo che vive in Italia da anni e non si è mai voluto integrare, perchè guadagna alle spalle dei cittadini italiani che pagano le tasse.

E prima di loro ce la prendevamo con quei polacchi ubriachi e lerci, e poi gli albanesi, poi i vucumprà… sempre colpa di questi crimnali che hanno “zozzato la nostra città”.

Fermi tutti… ma è vero ?

Lo ammetto, almeno sono onesto, non ce l’ho mai avuta contro nessuna etnia, provenienza, orientamento sessuale o religioso. A parte una generica intolleranza, che va dalla pena al fastidio per le inefficenti capacità sinaptiche, nei confronti dei simpatizzanti dell’M5s, non ho mai avuto antipatie di genere ad eccezione degli zingari.

Mi hanno rubato nel garage due volte, spaccano i vetri delle macchine parcheggiate all’esterno per rubarsi due spicci, lasciano il quartiere al buio perchè si fregano i cavi e riversano tutta la spazzatura dei cassonetti (che qui a Roma nessuno raccoglie perchè il problema dell’immondizia è risolto secondo la Raggi) e girano con questi furgoni sfasciati, senza bollo e senza assicurazione.

Ma è proprio su questo furgone che ieri mi sono messo a ragionare e, forse, a cambiare anche punto di vista, sempre più convinto che l’odio verso gli zingari non sia del tutto solo colpa loro.

Il Furgone. Gli Zingari. Lo Stato

Come vi dicevo guardavo quel furgone e mi ponevo una domanda molto stupida: “Come fa a girare quel coso, senza un bollo, senza un’assicurazione, con gli stop che non funzionano?”. No dico, se io mi sono dimenticato di rinnovare l’assicurazione sto nel panico. Quelle poche volte che sono uscito e mi ero dimenticato la patente a casa guidavo così piano e con attenzione che nemmeno un neopatentato. Come fanno a girare così tranquillamente?

La risposta me la sono data subito. Semplice!! Mancano i controlli. E fatevi anche voi le stesse domande. Da quanto tempo non vedo una pattuglia girare dalle parti di casa mia? E ogni quanto passa? E i vigili urbani non ne parliamo.

Se mancano i controlli, se non c’è la supervisione del territorio, se non abbiamo la certezza della pena, il micro crimine cresce e si diffonde perchè, di fatto, vive in uno stato di impunità. Quando Polizia e Carabinieri fanno i posti di blocco si guardano bene dal fermare questi furgoncini e l’ho visto, l’avete visto anche voi. Per loro è una rogna. Sanno che tanto se li fermano poi sono costretti a portarli in questura dove non si reperiscono i documenti, dove non possono multarli o tenerli in stato di fermo e poi li riaccompagnano al campo di appartenenza.

Se proprio gli va male gli sequestrano il furgoncino che tanto, tempo 5 minuti, ne ruberanno un altro e riprenderanno il giro senza passare dal via.

Ma ripeto. E’ colpa loro ?

No assolutamente no, non è colpa degli zingari. Perchè in una società corrotta dove non si vuole che la polizia controlli e funzioni, dove garantire maglie larghe nell’interpretazioni delle leggi a favore dei cittadini (…ma dai che vuoi che sia.. sto solo in tripla fila, chiude un occhio?) vuol dire anche tutelare chi quelle leggi le ha fatte e a suo vantaggio (Falso in bilancio?). Gli Zingari sono le vittime perfette, perchè sono quelle persone che noi vediamo come le più lontane dalla nostra cultura e dai nostri costumi. Ci dimentichiamo che dietro alla loro impunità c’è un economia che fattura (al nero) più della Fiat quando era in Italia.

Quando vedete uno zingaro rovistare nell’immondizia e guardarsi intorno alla ricerca di qualcosa da prendere, guardatevi intorno pure voi e chiedetevi se in qualsiasi altro paese del mondo si possa girare liberamente, stando fuori dalla legge, senza mai e ripeto mai incontrare le forze dell’ordine.

 

Articoli Correlati