(M5s) La piattaforma Rousseau e l’ennesimo modo di fare i soldi in nome della democrazia diretta

Ne parlammo non troppo sotto voce in questo precedente articolo (Leggi: Ma dove finiscono tutti i Soldi gestiti dal Movimento 5 Stelle?) ed è notizia di oggi, decisamente poco battuta sui giornali, che è stato reso pubblico il bilancio della piattaforma web, creata da Casaleggio e Grillo, per far esprimere ai propri iscritti il proprio parere sulle questioni interne e proporre nuove soluzioni per il bene del paese.

Rousseau ha chiuso il suo primo esercizio al 31 dicembre 2016 con un avanzo di gestione (e un patrimonio netto) pari a 79.676 euro.  Nel bilancio – redatto lo scorso 5 maggio da Casaleggio, che ricopre il ruolo di presidente e tesoriere di Rousseau – si legge che l’attività dell’associazione, «dopo la costituzione del modesto fondo di dotazione iniziale di 300 euro, versato dai due associati fondatori, è finanziata esclusivamente con i contributi volontari delle persone che hanno deciso di sostenere il progetto», versati tramite il sito sul conto corrente bancario e sul conto Paypal intestati all’associazione.

Il rendiconto di esercizio rivela che i proventi della gestione caratteristica ammontano a 405.155 euro, dei quali circa 360mila rappresentano i contributi da persone fisiche. «I soggetti che hanno erogato i contributi nel 2016 sono numerosi e la maggior parte di essi hanno versato modesti importi di alcune decine di euro. I loro nominativi – spiega la relazione al rendiconto – sono elencati nell’apposito Registro delle Donazioni» tenuto dall’associazione.

La piattaforma oggi ha portato mirabolanti risultati e sono da sottolineare le seguenti proposte che sono state votate in questo anno di esercizio.

Una legge per abbassare la tassazione sui prodotti sanitari femminili, una legge per vietare piatti e bicchieri di carta non biodegradabili, una legge sul risarcimento danni a carico del coniuge che lascia il tetto coniugale, una legge per obbligare i produttori ad usare solo contenitori di vetro per le bibite, non vai a votare? Devi essere tassato. Troviamo inoltre l’abolizione dell’esame di maturità, la detassazione delle spese di matrimonio o la determinazione di un peso massimo per gli zaini che i ragazzi usano per i libri scolastici.

Ma quanto è grande la partecipazione? La media di voti per ogni proposta approvata è di circa 14 (QUATTORDICI)

Ma come hanno fatturato i 405.155 Euro?

Secondo quanto affermato da Grillo e Casaleggio grazie ai contributi volontari degli scritti, poco più di 13000. Ma la domanda a cui Grillo non risponderà mai è “Si ok, ma invece gli introiti per la pubblicità per i link che rimandano al sito beppegrillo.it, che fine fanno e come vegono conteggiati?”.

Ah vero, il blog non è suo, lui non ha niente a che fare, però credo che un’indagine della finanza prima o poi dovrà fare chiarezza su questo punto non trascurabile.

 

Articoli Correlati